I Sacri Gruppi


La Separazione

Opera di Mario Ciotta
Ceto degli Orefici
Venne affidato alla categoria degli argentieri nel 1621



La Lavanda dei Piedi

Opera di Mario Ciotta
Ceto dei Pescatori
Venne affidato nel 1621 alla categoria dei Pescatori; danneggiato durante al seconda guerra mondiale, fu restaurato da Giuseppe Cafiero



Gesù nell’orto dei Getzemani

Opera di Baldassarre Pisciotta
Ceto degli Ortolani
Venne affidato nel 1620 al ceto degli Ortolani



L’Arresto

Opera di autore ignoto.
Ceto dei Metallurgici
Affidato alla categoria dei fabbriferrai nel 1765



La caduta al Cedron

Opera di Francesco Nolfo
Ceto degli Naviganti
Affidato intorno al 1621 alla categoria dei Naviganti



Gesù dinanzi ad Hanna

Opera di autore ignoto
Ceto dei Fruttivendoli
Il gruppo fu gravemente danneggiato dalle bombe nel 1943
Fu restaurato da Domenico Li Muli



La negazione

Opera di Baldassarre Pisciotta
Ceto dei Barbieri,Parrucchieri ed affini
Affidato alla categoria nel 1661



Gesù dinanzi ad Erode

Opera di Baldassarre Pisciotta
Ceto dei Pescivendoli(in passato affidato ai mugnai, Sensali, Crivellatori di cereali e dipendenti comunali)
E’ l’ultimo gruppo entrato a far parte della Processione



La flagellazione

Opera di autore ignoto
Ceto dei Muratori e Scalpellini (in passato anche a marmorari e cementisti)
Il gruppo fu restaurato nel 1860 da Antonio Croce, a causa di una caduta dei portatori3



La coronazione di spine

Opera di Antonio Nolfo
Ceto dei Fornai
Il gruppo fu danneggiato dagli eventi bellici e ricostruito da Giuseppe Cafiero nel 1946



Ecce Homo

Opera di Giuseppe Milanti
Ceto dei Calzolai e Calzaturieri
L’opera è ancora quella originale di Giuseppe Milanti e nel tempo ha subito soltanto piccoli restauri



La sentenza

Opera di Domenico Nolfo
Ceto dei Macellai
Negli anni ’20 fu sostituita l’antica vara con una di più piccole dimensioni



L’Ascesa al calvario

Opera di autore ignoto
Ne cura l’uscita l’intero Popolo (in passato affidato agli Jurnateri, ai bottai e ai fruttivendoli). La figura di Cristo venne sostituita nel 1903(oggi è collocata nella chiesa di S. Maria di Gesù) dall’attuale figura di Antonino Giuffrida
Venne affidato alla categoria degli jurnateri il 6/4/1612



La spogliazione

Opera di Domenico Nolfo
Ceto dei tessili e abbigliamento( In passato dei fruttivendoli e bottai)
La vara barocca del gruppo è quella originale
La croce argentea posteriore è opera di Antonio Amato



La sollevazione della croce

Opera di Domenico Li Muli
Ceto dei falegnami, Carpentieri e Mobilieri
L’originale fu distrutto dalle bombe del 1943; Li Muli lo ricostruì nel ’51 e poi rifatto nel ’56



La ferita al costato

Opera di Domenico Nolfo
Ceto dei Pittori e Decoratori (In passato dei Funai e dei Canapai)
Fu danneggiato dalle bombe nel ’43 e venne restaurato da Cafiero nel ’47



La deposizione

Opera di Antonio Fodale e Leopoldo Messina(L’originale attribuito a Milanti o a Nolfo)
Ceto dei Sarti e Tappezzieri
Il gruppo fu totalmente distrutto dalle bombe del ’43, fu ricostruito da Fodale e Messina per tornare in processione nel ’51



Il trasporto al sepolcro

Opera di Giacomo Tartaglia
Ceto dei Salinai (in passato dei Corallai)
E’ il gruppo con il maggior numero di personaggi



Gesù nell’urna

Opera di autore ignoto
Ceto dei Pastai
Nel ‘900 si sostituì l’urna con una nuova composizione in stile barocco. la statua del Cristo faceva parte di una Pietà custodita nella chiesa dell’immacolatella



L’Addolorata

Opera di Giuseppe Milanti
Ceto degli Autisti, Albergatori, Baristi, Camerieri, Cuochi, Dolcieri, Tassisti. (in passato anche dei Cocchieri e Stallieri).
E’ un’opera pregevole nell’espressività del volto di Maria e nel drappeggio delle vesti, le quali non si mostrano mai in processione, perchè coperte da un manto nero.